INDICI DI INDEBITAMENTO

KPI per l'analisi di Indebitamento e dei Rischi Finanziari

Rapporto di adeguatezza patrimoniale

 

Cosa è il rapporto di adeguatezza patrimoniale ?

 

Tra gli indicatori di allerta sullo stato di crisi di impresa di cui all’articolo 13 c. 2 del Codice della Crisi e dell'Insolvenza (CCII), il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili (CNDCEC) ha individuato i seguenti indici: un Indice di liquidità secondaria (o current ratio), un indice di ritorno liquido dell'attivo che è il rapporto Cash flow / Totale attivo, un indice di copertura denominato dal CNDCEC come Indice di sostenibilità, il Rapporto di indebitamento previdenziale e tributario ed il Rapporto di adeguatezza patrimoniale in commento.

Dall'Agosto 2020 il rapporto di adeguatezza patrimoniale è un indicatore di allerta della Crisi di Impresa finalizzato ad esprimere il grado di adeguatezza patrimoniale dell'impresa. 

 

 

Calcolare il rapporto di adeguatezza patrimoniale ? 

 

Questo indicatore si calcola rapportando il valore del capitale netto dato dal valore somma patrimonio netto - crediti verso soci - utili d'esercizio, al valore totale dei debiti dato dalla somma di passivo corrente + passivo non corrente + ratei e risconti passivi. 

 

 PATRIMONIO NETTO / DEBITI TOTALI  

 

Il rapporto dei due valori di natura patrimoniale viene espresso in termini percentuali ed indica la incidenza complessiva dei debiti totali sul capitale netto rettificato. Si precisa che i valori somma del totale dei debiti non distingue la natura del debito tra commerciale e finanziario e neppure considera il grado di rischio patrimoniale dei crediti da onorare da parte dell'impresa facendo una distinzione per natura giuridica di chirografario e/o privilegiato. 

 

Origini del rapporto di adeguatezza patrimoniale:

 

I coefficienti di adeguatezza patrimoniale (CAR) sono una misura dell'importo del capitale di base di una banca espresso come percentuale del suo attivo ponderato per il rischio . Il coefficiente di adeguatezza patrimoniale è definito come:

TIER 1 CAPITAL = (Capitale versato + riserve legali + riserve libere dichiarate) - (partecipazioni in controllate + attività immateriali + perdite correnti e anticipate)

TIER 2 CAPITAL = A) Riserve non rivelate + B) Riserve per perdite generali + C) Strumenti di capitale di debito ibrido e debiti subordinati dove il rischio può essere attività ponderata o il requisito patrimoniale minimo totale del rispettivo regolatore nazionale che è la Banca d'Italia.

Se si utilizzano attività ponderate per il rischio , ≥ 10%. La soglia percentuale varia da banca a banca (il 10% in questo caso, un requisito comune per le autorità di regolamentazione conformi agli accordi di Basilea ) ed è fissata dall'autorità nazionale di regolamentazione bancaria dei diversi paesi. Vengono misurati due tipi di capitale: capitale di primo livello ( sopra), che può assorbire le perdite senza che una banca sia tenuta a cessare le negoziazioni, e capitale di secondo livello ( sopra), che può assorbire le perdite in caso di liquidazione e quindi fornisce un grado di protezione inferiore per i depositanti.

Il rapporto di adeguatezza patrimoniale che il CNDCEC ha individuato nel campione studiato dalla commissione di esperti, prende le origini dal CAR (Capital Adequacy Ratio) del mondo Bancario e che null'altro è che un indice di indebitamento nella maniera più assoluta come l'autore in quanto misura il rapporto tra due grandezze patrimoniali al lato destro dello Stato patrimoniale (Passività) che è il totale dei debiti in rapporto al patrimonio netto che per l'occasione viene rettificato ai fini della conoscibilità sulla adeguatezza patrimoniale dell'Impresa Italiana.

 

Adeguatezza patrimoniale vs Indebitamento diretto

 

Si evidenzia che il rapporto di adeguatezza patrimoniale è il reciproco dell'indice di Indebitamento diretto. Il CNDCEC non ha mai reso pubblica consultazione la scelta scientifica relativamente alle analisi e/o valutazioni fatte per la decisione del rapporto di adeguatezza patrimoniale in sostituzione del Rapporto di indebitamento diretto

In secondo luogo, bisogna osservare che le origini del rapporto di adeguatezza patrimoniale sono le regole di Basilea per il settore bancario e finanziario, non per gli altri settori che non operano come operano le Banche accedendo liberamente ai mercati dei capitali. 

Su questo punto, sono in corso ricerche che possano rendere l'indice di Indebitamento diretto il KPI in settori che non sono quello dei servizi finanziari ed assimilati. 

La soglia di allerta varia da settore a settore. Verrà pubblicata la tabella del CNDCEC.

 

UNIGIRO è un facilitatore regtech di KPI dinamici ed estesi che supportano il monitoraggio verticale in tempo reale sulla sostenibilità finanziaria dell Imprese migliorando gli strumenti di risk management e di governance sociale.

MONITORING ENTERPRISE CREDIT RISK: il primo Smart XBRL Data Analytics Engine Toolkit in Europa per l'Analisi dei Rischi Finanziari che monitora in tempo reale affidabilità e merito creditizio delle Imprese. 

Guida Unigiro

UNIGIRO DEK 2021

Indicatori di Bilancio

Informazioni generali

Metodi di Pagamento

Image
INFORMAZIONI GENERALI
EUROPEAN PRIVACY POLICY