Rapporto di indebitamento diretto

TOTALE PASSIVO / PATRIMONIO NETTO

 

Dal semplicissimo rapporto di due aggregati dello stato patrimoniale troviamo il rapporto di indebitamento. 

Questo indicatore è la espressione di due valori che sono aggregati tra le passività dello stato patrimoniale di un Bilancio.

 

Perché è importante monitorare il rapporto di indebitamento "diretto" di un cliente ?  

Perché permette di descrivere il grado di indebitamento complessivo dell'impresa e quindi il grado di equilibrio finanziario complessivo e dire in quale misura la struttura finanziaria dell’impresa è esposta nei confronti dei terzi. Infatti, questo indicatore meglio rende informazioni sulla rischiosità finanziaria dell’impresa.

Anche le Banche utilizzano questo indicatore per dare un giudizio di valutazione interna sul merito di credito di un'Impresa seppur utilizzando metodi interni appositamente sviluppati durante il periodo di Basilea 2 che permette di comparare facilmente e monitorare in termini percentuali il grado di indebitamento globale dell'impresa. Si ritiene che il rapporto di indebitamento diretto, sopra determinate soglie di valore, sia il primo campanello di allarme di uno squilibrio finanziario strutturale.   

L'analisi approfondita tra gli indici di struttura (il rapporto tra capitale permanente/capitale fisso) e gli indici di indebitamento come il rapporto di indebitamento diretto (dato dal rapporto debito totale/patrimonio netto) anche conosciuto come Debt/Equity o rapporto di leva finanziaria “coefficiente di indebitamento” o leva finanziaria statica) permette di comprendere il grado di solvibilità dell'impresa nel medio lungo termine. 

In ambito finanziario, il rapporto di indebitamento diretto viene utilizzato per calcolare la rischiosità finanziaria della struttura di capitale dell'impresa.  

 

Consigli utili sull'utilizzo del rapporto di indebitamento diretto:

Attenzione che la dottrina Italiana lo chiama talvolta "indice di indebitamento in senso stretto" o "indice di indebitamento globale" pur sempre parlando dello stesso quoziente di valori patrimoniali ! Nel mondo anglosassone il rapporto di indebitamento diretto è chiamato "debt-to-equity ratio".

Nonostante le diverse terminologie possano essere liberamente utilizzate nella prassi aziendalista e della tecnica finanziaria o nella tecnica professionale, il valore che risulta dal quoziente tra il totale passivo a Bilancio (passività correnti + passività consolidate) ed il capitale di rischio (patrimonio netto) è meglio conosciuto come coefficiente di indebitamento dell’impresa (leva o leverage finanziario) che supporta l'analista nella valutazione della rischiosità finanziaria della struttura del capitale di debito dell'impresa. 

 

 

 

Studio Lupini srl
Via Don Rosmini, 4
21052 Busto Arsizio (VA) IT
MAIL: info@studiolupini.it
VAT:  IT 03611190129
Image
Image
Image
Amazon PayPal
Image
INFORMAZIONI GENERALI
EUROPEAN PRIVACY POLICY