Posizione finanziaria netta

ATTIVITA' FINANZIARIE - PASSIVITA' FINANZIARIE

 

La differenza di questi due aggregati valorizza in termini assoluti la posizione finanziaria complessiva dell'impresa includendo tutte le attività e tutte le passività di natura finanziaria.

Su questo aspetto, il principio IAS 1 (International Accounting Standard N°1) è noto nel rappresentare la posizione finanziaria netta come espressione della situazione finanziaria dell'Impresa che è suddivisa tra attività e passività di natura finanziaria. 

 

ATTIVITA' FINANZIARIE A BILANCIO:

Sono tutte le voci di Bilancio iscritte tra le attività dello stato patrimoniale che tuttavia hanno natura finanziaria e non commerciale, tipicamente vengono aggregate in apposite voci dello stato patrimoniale che non sempre rendono possibile una distinzione per scadenze temporali se non attraverso un processo di riclassificazione ottimizzato che permette di ottenere i seguenti risultati:

Le attività finanziarie correnti:  tipicamente incluse tra queste voci aggregate (liquidità, attività in dismissione, crediti finanziari correnti

Le attività finanziarie non correnti: tipicamente incluse tra queste voci aggregate (strumenti finanziari, crediti finanziari esigibili oltre i 12 mesi

 

PASSIVITA' FINANZIARIE A BILANCIO: 

Sono tutte le voci di Bilancio iscritte tra il passivo dello stato patrimoniale che tuttavia hanno natura finanziaria e non commerciale, tipicamente vengono aggregate tra voci dello stato patrimoniale che non sempre rendono possibile una distinzione per scadenze temporali se non attraverso un processo di riclassificazione ottimizzato che permette di ottenere i seguenti risultati:

Le passività finanziarie correnti (debiti bancari correnti, parte corrente del debito non corrente, altri debiti finanziari correnti esigibili entro i 12 mesi)

Le passività finanziarie non correnti (debiti bancari non correnti, obbligazioni, altri debiti finanziari non correnti)

 

 

Tuttavia le Imprese di piccole e medie dimensioni in Italia non rendono disponibili ai terzi alcuni dettagli del Bilancio in quanto non sono obbligate. Rimane pur sempre di fondamentale importanza per ogni creditore poter conoscere la posizione finanziaria netta dell'impresa cliente. 

Pertanto, come risultato finale di riclassificazione temporale della posizione finanziaria netta contabile complessiva, si ottiene un indicatore che diviene utile ai creditori dell'impresa che permette una rappresentazione della situazione di equilibrio finanziario temporale dell'impresa tra attività e passività di natura finanziaria in grado di determinare il rischio finanziario complessivo dell'impresa nella realtà economica attuale.

E’ un indicatore sintetico rappresentativo della situazione di equilibrio tra fonti-impieghi dell’Impresa di natura strettamente finanziaria, intesa come la differenza tra le attività e passività di natura finanziaria correnti e non correnti incluse quelle infra-gruppo.

Il risultato esprime la capacità dell’azienda di generare flussi di cassa positivi in relazione alla tendenza strutturale di aumentare o diminuire il debito finanziario.

Per ottenere questo dato dai Bilanci che vengono pubblicati alle rispettive Camere di Commercio sarà quindi necessario seguire un processo di ottimizzazione che permette di distinguere le poste patrimoniali del bilancio tra quelle di natura commerciale e quelle di natura finanziaria.  

Studio Lupini srl
Via Don Rosmini, 4
21052 Busto Arsizio (VA) IT
MAIL: info@studiolupini.it
VAT:  IT 03611190129
Image
Image
Image
Amazon PayPal
Image
INFORMAZIONI GENERALI
EUROPEAN PRIVACY POLICY